Cava de Tirreni | Storia e Cultura


Info Cava de Tirreni Salerno

portici cava de tirreni

DOVE DORMIRE   |   TOUR e VISITE GUIDATE


CAVA DE TIRRENI La porta della Costiera Amalfitana

Storia e Cultura di Cava de Tirreni

Il borgo di Cava de’ Tirreni è un’antica cittadina d’origine Etrusca, i Tirreni appunto, che nacque sotto il nome di Terre di Cava, trasformandosi poi nell’attuale nome di Cava de’ Tirreni alla fine del 1300.

Negli anni, grazie alla vicinanza ed alla sua posizione posizione strategica tra Napoli, Salerno e la Costa d’Amalfi, è ed è stata meta turistica sin dall’epoca romana, quando era un rinomato luogo di villeggiatura scelto dalla nobiltà dell’Antica Roma, di cui ne abbiamo tutt’ora testimonianze archeologiche e artistiche.

Fu abitata dai Longobardi, la cui civiltà é tuttora testimoniata da una serie di antiche Torri costruite per il Gioco dei Colombi.

Badia cava de tirreni

Uno dei principali luoghi di interesse e attrazione turistica è la “Badia di Cava de’ Tirreni”, l’Abbazia Benedettina della SS. Trinità fondata nel 1011 dall’Abate San Pietro , considerate il primo insediamento moderno della città di Cava.

Ma la principale caratteristica di Cava de’ Tirreni è senza dubbio il Borgo Scacciaventi e i suoi portici e palazzi storici porticati, pregevole esempio di centro commerciale all’aperto che si sviluppò tra il XIV e XV secolo.

MEDIATECA-MARTE cava de tirreni

Con gli anni Cava de’ Tirreni è stata più volte proclamata come città raffinata e di cultura, grazie anche a allo storico Circolo Tennis, un club molto elegante ancora oggi arricchisce la fama di città elegante e socialmente evoluta della cittá metelliana.

 

Oggi è più che mai al centro dell’attenzione grazie al MARTE, una moderna mediateca sita al centro di Cava de’ Tirreni che tra mostre d’arte ed organizzazione di eventi è più che mai centro culturale, salotto della città, punto di ritrovo e contenitore di manifestazioni e arti contemporanee.


santuario san francesco cava de tirreni

Cosa Vedere a Cava de Tirreni

Tra le principali attrattive della cittadina si può ammirare il Santuario Francescano, sito all’ingresso del Borgo Scacciaventi, che attraversa le sue origini in cinque secoli di storia dal XV secolo D.c. e il Duomo, Cattedrale di Santa Maria della Visitazione, che vede la sua origine nel XVI secolo, quando l’antica città della Cava si sviluppava nell’orbita della Badia della SS. Trinità.

duomo e piazza duomo cava de tirreniIl Duomo di Cava de’ Tirreni con il passare dei secoli ha subito numerosi interventi e  alcune trasformazioni radicali come la rimozione della copertura in marmo della facciata tra il ‘700 e l’800, fin ad assumere l’aspetto odierno.

Cava de’ Tirreni è anche luogo di culto e meta di fedeli e pellegrini, con le sue 23 parrocchie diffuse in tutto il territorio e il Santuario de “l’Avvocatella” (Santuario della S.S. Maria dell’Avvocatella) con la Piccola Fatima, dove ogni anno numerosissimi religiosi attingono l’acqua alla fonte benedetta.

trombonieri cava de tirreni

Per concludere non potevamo trascurare l’aspetto più folkloristico della città di Cava de’ Tirreni che, grazie alle numerose manifestazioni, fa scoprire e rivivere le sue origini con eventi, quali la Festa di Castello (evento rivissuto ogni anno dal 1657 e che ricorda il contagio della peste del 1656) e rivisitazioni storiche quali la Disfida dei Trombonieri, durante la quale si sfidano antichi casali della valle metelliana e in cui prendono vita I giochi dei famosi Sbandieratori di Cava de’ Tirreni.