Salerno | Anello di congiunzione tra le due Coste

SALERNO Top Destination

SALERNO Lungomare

DOVE DORMIRE   |   VEDI EVENTI   |   TOUR e VISITE GUIDATE


GooglePlus-logos-02SALERNO

Anello di Congiunzione tra la Costiera Amalfitana e la Costa del Cilento

Info su Salerno

Salerno è una sintesi affascinante di quanto il Mediterraneo possa offrire a tutti coloro che vogliano conoscerlo più da vicino.

La città si propone sempre più come una comunità accogliente per i turisti ed i visitatori di tutto il mondo.

villa comunale salerno giardino incantato

Negli ultimi anni l’Amministrazione Comunale ha dato impulso al risanamento urbanistico ed al recupero delle funzioni socio-economiche del territorio: antichi monumenti e chiese sono stati restaurati; nuovi parchi e giardini inaugurati nei quartieri cittadini; strade e piazze sono state accuratamente arredate e illuminate artisticamente; numerosi gli spazi recuperati per attività artistiche, culturali e ricreative; potenziata anche l’impiantistica sportiva con la realizzazione di nuove strutture. Sono stati realizzati innumerevoli progetti tesi a migliorare la vivibilità dei quartieri e, più in generale, ad innalzare il livello della qualità della vita dei cittadini.

Suggestivo e straordinario, nel centro storico di Salerno possono scorgersi tanto le tracce della antica storia cittadina, tanto il fervore di botteghe artigiane e locali di aggregazione artistico-culturale e musicale vissuti da migliaia di persone.

Il recupero del cuore antico della città ha puntato a riscoprire i tesori d’arte e cultura di una terra eccezionale.

Oggi, attraverso i vicoli e le piazze, le chiese e i palazzi, si può leggere il passato cittadino, si può percepire un’immagine delle vicende che si sono susseguite nel corso del tempo, la testimonianza dello splendore, della floridezza economica, sociale e culturale dei secoli passati.

Sulle origini di Salerno mancano notizie precise. Le scoperte rinvenute fanno pensare che il territorio fosse abitato da tempi remoti. Sappiamo che i Greci portarono nella vasta piana le colture del lino e del frumento, dell’ulivo e dei frutteti, mentre gli Etruschi, le industrie tessili e quelle della ceramica e del bronzo.

La Storia

Tra il 197 e il 194 a.C. divenne colonia romana assumendo il nome di Salernum.

Progredì, arricchendo la sua cultura e le sue tradizioni, anche durante l’occupazione dei Goti. Ma è solo con la conquista dei Longobardi che divenne il centro più fiorente del Mezzogiorno.

golfo salerno vista dal castello

Nel 786 Arechi II trasferì la sede del ducato di Benevento a Salerno, per sfuggire all’offensiva di Carlo Magno e garantirsi il controllo di una zona strategica al centro delle comunicazioni costiere ed interne della Campania. Il principe longobardo fece fortificare la città, già dotata del Castello sul colle Bonadies, con mura e torri, e la nuova capitale dall’839 fu sede di un principato e potente centro politico.

Con Arechi II, Salerno conobbe grande splendore diventando centro di studi con la celebre Scuola Medica, la più antica istituzione medica dell’occidente europeo e fulcro di preziose scoperte scientifiche fondamentali all’evoluzione del pensiero moderno.

Il 13 dicembre 1076 il condottiero normanno Roberto il Guiscardo conquistò Salerno ponendo fine al plurisecolare dominio longobardo. Sotto il dominio normanno nella Opulenta Salernum furono edificati la reggia Castel Terracena, il